Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia B
Norme per l'attribuzione di CFU ADE alle iniziative culturali

      Premessa
      Le Attivita' Didattiche Elettive (ADE) integrano l'attivita' didattica ordinaria di ciascun Corso Integrato. Come dettagliato nella Guida dello Studente, le ADE assumono la forma di seminari (0.2 CFU), seminari interattivi (laboratori; 0.25 CFU), corsi monografici, internati elettivi (1 CFU). E' prevista, su disposizione dei Presidi di Facolta' l'attribuzione di CFU ADE ai Progress Test, sotto la responsabilita' dei coordinatori di semestre per ciascun anno di corso.
      Le ADE sono registrate sul libretto dello studente in una pagina relativa ad un anno di corso, e attribuite ad un Corso Integrato, con l'unica eccezione del Progress Test che e' attribuito all'anno di corso. I CFU attribuiti a ciascuna ADE sono firmati dal coordinatore del Corso Integrato che la organizza.
      I coordinatori di Corso Integrato possono adottare come ADE (conferendo i CFU relativi, come indicati nella Guida dello Studente) iniziative esterne al Corso di Laurea, quali i seminari organizzati dai Dipartimenti e le conferenze organizzate dall'Accademia Medica. Rientrano in questa categoria anche le iniziative culturali degli studenti, incluse quelle promosse e finanziate dall'Ateneo ai rappresentanti degli studenti. L'ADE adottata dal Coordinatore del Corso Integrato viene approvata dal Coordinatore di semestre e comunicata alla Presidenza del Corso di Laurea per il censimento delle iniziative. E' possibile che lo stesso seminario sia ritenuto pertinente a due corsi integrati, ad esempio due metodologie, e che possa essere firmato dal coordinatore dell'uno o dell'altro, ma non da entrambi. Le ADE non devono sovrapporsi alla didattica frontale.
      Non sono previste e non possono essere autorizzate ADE generiche, non legate ad uno specifico Corso Integrato ed anno di corso, che uno studente del VI anno si fa firmare sulla pagina del VI anno da un coordinatore di un corso del VI anno e uno studente del I anno si fa firmare da un coordinatore di un corso del I anno. Per lo stesso motivo, non sono previste ADE accessibili indipendentemente dall'anno di corso di riferimento: un'ADE del III anno e' accessibile soltanto agli studenti inscritti al III anno o successivi e viene sempre registrata sulla pagina del libretto pertinente al III anno, anche se lo studente che l'ha frequentata e' iscritto al V o al VI anno.

      Iniziative culturali autonome degli studenti
      Le iniziative culturali autonome degli studenti in un Ateneo sono importanti e vanno incoraggiate. Gli Organi Accademici ne finanziano alcune, ma qualunque iniziativa culturale degli studenti potrebbe essere meritevole di realizzazione. Le iniziative affidate agli studenti dall'Ateneo devono avere valenza culturale, non necessariamente didattica, e devono essere aperte a tutti gli studenti dell'Ateneo. L'eventuale richiesta del riconoscimento del ruolo didattico di una iniziativa culturale, con conseguente attribuzione di CFU ADE non puo' prescindere dall'individuazione della sua collocazione nel percorso formativo dello studente, a cura del docente competente.
      L'attribuzione di CFU ADE ad una iniziativa culturale autonoma degli studenti comporta il riconoscimento di un ruolo didattico dell'iniziativa e la didattica prevede necessariamente una propedeuticita'. E' improprio richiedere l'attribuzione di CFU ADE per una iniziativa la cui collocazione nel percorso didattico non sia stata opportunamente valutata: l'ADE deve essere destinata a studenti che attraversano una certa fase del loro percorso formativo, e non puo' essere indifferentemente idonea a studenti del I come del VI anno; se lo e', vuol dire che rappresenta una attivita' culturale e non didattica e che non richiede l'attribuzione di CFU. E' di fondamentale importanza evitare di utilizzare l'attribuzione di CFU come una moneta con la quale l'organizzatore dell'iniziativa paga la presenza del suo pubblico. Il Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia B si e' opposto, gia' durante la Presidenza del Prof. Amoroso, all'attribuzione di CFU a iniziative congressuali dei docenti perche' non sembrava corretto usare gli studenti per riempire le aule. La Presidenza del Corso non attribuisce CFU ADE allo scopo di favorire il successo di iniziative di qualsiasi provenienza, ma nell'interesse degli studenti partecipanti. La partecipazione all'ADE deve risultare utile alla formazione dello studente e deve essere fruita nella fase appropriata del percorso formativo.
      La Presidenza del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia B non approva alcuna attivita' didattica ADE, ma demanda l'approvazione ai coordinatori di Corso Integrato che hanno competenza sulla materia, ciascuno limitatamente al suo anno di corso, e, in seconda istanza ai coordinatori di semestre.

      Linee guida del CLM B
1) le attivita' didattiche sono organizzate secondo una ragionata propedeuticita'. Una ADE deve essere destinata agli studenti che attraversano un certo momento della loro formazione, e deve essere collegata ad un corso integrato, del quale approfondisce un aspetto, e ad un anno di corso.
2) Non e' accettabile che una ADE sia imposta al docente che ha competenza sulla materia specifica da una decisione del Presidente o della CTP. Questo perche' ne' il Presidente ne' la CTP possiedono al loro interno tutte le competenze necessarie per valutare la proposta.
3) Non e' accettabile che vengano organizzate ADE "generiche" che rilasciano attestati di Crediti Formativi altrettanto generici che gli studenti devono poi farsi riconoscere chi da un docente del I anno e chi da uno del III.

      Tenendo presenti queste linee guida, gli studenti o i soggetti esterni al Corso di Laurea che intendano proporre una ADE devono contattare il docente (o i docenti) potenzialmente interessati all'argomento dell'ADE proposta. Se il docente riterra' l'iniziativa meritevole sara' lui ad adottarla come ADE del suo Corso Integrato, e a firmare i CFU relativi, dandone semplice comunicazione alla Presidenza del Corso di Laurea.