BIBLIOTECA DIGITALE della
 
SOCIETA' ITALIANA di BIOCHIMICA e BIOLOGIA MOLECOLARE (SIB)
 
sotto il patrocinio di:

Dipartimento di Scienze Biochimiche "A. Rossi Fanelli"
Sapienza Universita' di Roma

Istituto Pasteur - Fondazione Cenci-Bolognetti
 
   
SIB home page

Home page del Dipartimento di Scienze Biochimiche (vecchio sito).

La Biblioteca Digitale della SIB raccoglie e rende disponibili "on line" una serie di testi storici della biologia e della medicina, oltre a vari documenti quali:
  OGM
  Documenti su OGM
 
Esperimenti celebri
(a cura del prof. R. Ippoliti)
  La scoperta del ferro nel sangue
 (A. Bellelli)
  Stereochimica del glucosio
 (F. Angelucci)
  L'equazione di Michaelis-Menten
 (P. Parenti)
  La scoperta del ciclo di Krebs
 (A. Bellelli)
  La scoperta della funzione del DNA
 (A. Bellelli)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Questo sito e' curato da Andrea Bellelli (consulta il CV; visualizza il sito web Medicine non Scientifiche.
Informazioni sul progetto.
Vuoi inviare un suggerimento un commento, una critica? scrivi una e-mail

ultimo aggiornamento 14/01/2014
 
        La Societa' Italiana di Biochimica e Biologia Molecolare ospita su questo sito una biblioteca virtuale (in costruzione) di testi classici delle scienze biomediche in forma digitale; tutti sono liberi dai vincoli derivanti dai diritti d'autore. L'elenco dei testi disponibili (in ordine cronologico) include:

      Girolamo Fracastoro
      De Contagionibus, liber primus, 1546
(traduzione francese con testo latino a fronte; biblioteca privata di Andrea Bellelli).
Nel primo libro del De Contagionibus Girolamo Fracastoro (1476-1553) espone per la prima volta l'ipotesi che le malattie contagiose siano dovute ad esseri viventi di dimensione microscopica e che il contagio interumano sia dovuto alla trasmissione di spore o semi di questi esseri viventi. L'opera fa seguito al poema latino Syphilis (1521-1530), dello stesso autore, nel quale era pero' ancora riportata una variante dell'ipotesi Ippocratico-Galenica delle epidemie. Attenzione: file PDF di 19 Mbytes - il download puo' richiedere tempo.

      Marcello Malpighi
      dal De Pulmonibus, 1661: Seconda Lettera a Borelli
(testo latino e traduzione in italiano del Prof. Costabile Cilento; biblioteca privata di Andrea Bellelli)
Nella lettera Malpighi riferisce la scoperta dei vasi capillari che chiudono il sistema circolatorio descritto da William Harvey nel 1628 e consentono il passaggio del sangue dalle arterie alle vene.

      James Lind
      Treatise on the Scurvy, 1753:
          Parte Prima.
          Parte Seconda (inserimento in corso).
          Parte Terza.
(prima ed. italiana come Trattato dello Scorbuto, 1766; Biblioteca Medica Statale, Roma).
Nel Trattato Lind, chirurgo della marina militare inglese, descrive quello che e' probabilmente il primo trial clinico controllato della storia della medicina, condotto nel 1743 su 12 marinai della nave Salisbury, che furono divisi in gruppi di due e sottoposti a sei trattamenti diversi. L'esperimento dimostro' che la migliore cura specifica dello Scorbuto e' il succo degli agrumi. Il testo qui riportato e' la prima traduzione italiana della prima edizione inglese; l'originale e' di proprieta' della Biblioteca Medica Statale alla quale la SIB esprime i piu' vivi ringraziamenti.

      Giovanni Battista Morgagni
      dal De Sedibus et Causis Morborum per Anatomen Indagatis, 1761
          Lettera 64 (traduzione italiana, testo; fotocopia, 2,7 MB; english translation, text)
(biblioteca privata di Andrea Bellelli).
Il De Sedibus e' il primo trattato sistematico di anatomia patologica. E' diviso in settanta lettere ad un collega immaginario e riporta forse per la prima volta la correlazione tra il sintomo e la lesione anatomica. Col De Sedibus, Morgagni trasforma la medicina dei sintomi di eta' classica nella moderna medicina delle lesioni.

      Leopold Auenbrugger
      Inventum Novum, 1761
          prima traduzione inglese,
(biblioteca privata di Andrea Bellelli).
L'Inventum Novum fu pubblicato nello stesso anno del De Sedibus e presenta al pubblico la percussione del torace che Auenbrugger aveva a lungo usato in precedenza. La coincidenza temporale col De Sedibus non e' casuale: riflette l'esigenza della medicina settecentesca di ricercare dati oggettivi; e Auenbrugger e' esplicito nel correlare il reperto semeiologico sul paziente alla lesione anatomica, riscontrata (purtroppo) all'autopsia.

      Lazzaro Spallanzani
      Saggio sulla generazione, 1765
(biblioteca privata di Andrea Bellelli).
In questo studio sugli infusori, lo Spallanzani descrive le sue esperienze che negano definitivamente la generazione spontanea.

      William Withering
      An account of the foxglove, 1785
(biblioteca privata di Andrea Bellelli).
Prima descrizione sistematica degli effetti della Digitale, ritenuta soprattutto un diuretico ma "it has a power over the motion of the heart". Notevole soprattutto l'accurata analisi delle indicazioni.

      Francesco Saverio Bichat
      Trattato delle Membrane, 1799
          Trattato delle Membrane in Generale
          Trattato della Membrana Aracnoide
          Trattato della Membrana Sinoviale
(I ed. italiana; donato alla Biblioteca del Dipartimento di Scienze Biochimiche dal Prof. Alessandro Rossi Fanelli).
Bichat crea con questo trattato il concetto di tessuto biologico ed introduce l'istologia; l'opera e' inoltre un classico della teoria vitalistica.

      Theophyle Hyacinthe Laennec
      Traite' de l'Auscultation Mediate, 1826
          Prima Parte
(biblioteca privata di Andrea Bellelli).
L'invenzione dello stetoscopio e la semeiotica dell'auscultazione. Un grande classico pubblicato in due edizioni (1819, 1826) e qui trascritto dalla seconda edizione, come ristampata da Hasselin a Parigi nel 1879. Ideale complemento dell'Inventum Novum di Auenbrugger. L'inserimento di questo testo e' in corso.

      Agostino Bassi
      Del Mal del Segno, Calcinaccio o Moscardino ... :
          Parte Prima: Teoria (1835);
          Parte Seconda: Pratica (1836)
(biblioteca privata di Andrea Bellelli).
La prima vera dimostrazione della natura infettiva di una malattia. L'agente e' un micete, Botrytis bassiana, la vittima il baco da seta.

Altre risorse bibliografiche.